DIALOGO TRA NATURA ED ECONOMIA

Con questa azione sarà possibile coinvolgere il settore delle realtà locali rurali, per recuperare la memoria, anche con l’aiuto di esperti paesaggisti e agronomi locali, di antiche colture e colture moderne, giardini storici e giardini recuperati, tradizioni locali tra passato e presente. La città vecchia di Rieti nasconde giardini, orti, piazze, terrazze, spazi di cui riappropriarsi, opportunità per la reinvenzione e la partecipazione, in cui la natura e l’agricoltura convivono integrati nel tessuto urbano. Il progetto vuole essere un primo passo per attivare l’atto del prendersi cura, ripensare come abitare di nuovo la città, stimolando la sensibilità estetica e le responsabilità individuali e istituzionali all’interno della comunità: alimentazione, patrimonio culturale e paesaggistico, opportunità economiche e sociali di un’agricoltura di prossimità.

L’azione coinvolgerà le aree verdi incolte della città e del Chiostro dell’Atelier e si svilupperà nell’arco dell’intero anno solare. La prima fase sarà riservata alla comunicazione, con azioni online e offline, con cui verrà presentata l’azione e saranno indicati i punti, a partire dall’Atelier, dove saranno distribuite le sementi. Nella fase esecutiva, saranno distribuite le sementi e indicati i luoghi disponibili da rinverdire, per procedere alla semina vera e propria. Con i semi verrà consegnata una card contenente le istruzioni per geo-localizzare la propria pianta sul web e darle il proprio nome. In tre momenti tra marzo e settembre 2019, saranno organizzati eventi sociali (festa/pranzo) nel Chiostro dell’Atelier, a testimonianza di come il progetto potrà durare nel tempo per instaurare nuovi legami con il territorio e tra le persone.